Igiene personale in palestra: regole e consigli da rispettare

Igiene personale in palestra: regole e consigli da rispettare

Fare sport ristabilisce l’equilibrio di corpo e mente, ma anche l’igiene personale in palestra vuole la sua parte. L’attività fisica spazza via lo stress, le preoccupazioni e ti fa sentire felice e soddisfatto di te stesso. Insomma, essere sportivi è sempre positivo perché ti permette di “ricaricare le batterie” e affrontare la vita e le sue sfide con una marcia in più.

Tuttavia, le palestre e piscine sono luoghi affollati e pieni di batteri che danno origine a infezioni delle vie respiratorie, della pelle e gastroenteriche che possono diventare molto fastidiose e annichilire la passione anche dei cultori. E trasformarsi in un grande pericolo per chi presta poca attenzione.

Effetti di una scarsa igiene in palestra

Una scarsa igiene personale in palestra può causare virus anche molto aggressivi. Proprio come è successo qualche tempo fa alla National Basketball Association americana. La notizia è stata riportata dal Corriere della Sera: nel giro di poche settimane 27 giocatori e 3 membri dello staff di tredici squadre sono stati colpiti da un forte virus gastrointestinale.

L’inconveniente ha creato una serie di problemi nell’organizzazione del gioco. Le motivazioni dell’emergenza vanno ricercate nella cattiva pulizia degli ambienti sportivi, negli spogliatoi stretti e nello stile di vita dei giocatori. Tutelare la salute e fare sport è un dovere e un atto d’amore.

Un atto d’amore verso il tuo corpo. Ma non solo, è un segno di rispetto verso gli altri atleti che condividono spazi comuni. Per questo motivo esegui una corretta igiene personale in palestra. Continua a leggere per scoprire come prenderti cura di te ed evitare i contagi mentre ti alleni.

Come evitare i funghi in palestra

Una corretta igiene personale in palestra ti protegge da infezioni della pelle. I tuoi nemici giurati, in questi centri sportivi, sono soprattutto le verruche e le micosi, ovvero i funghi che proliferano nell’ambiente di allenamento e negli spogliatoi. D’altro canto, le palestre sono luoghi affollati, ognuno può trasmettere microorganismi patogeni. Senza dimenticare docce e spogliatoi –insieme alle alte temperature dei locali – sono habitat ideali per lo sviluppo di germi.

La micosi più diffusa per gli amanti della ginnastica al chiuso è senza dubbio quella del piede d’atleta che è causata da un piccolo fungo. Quest’ultimo si sviluppa inizialmente tra le dita provocando pruriti, macerazioni o bruciori.

Igiene personale in palestra norme da seguire

Come scongiurare insidie di questo tipo? Devi capire come evitare i funghi in palestra. Meglio ancora se l’igiene dello sportivo inizia ancor prima di fare esercizio, la prevenzione è un ottimo scudo.

Soprattutto contro queste patologie. Infatti, indossa capi di cotone che favoriscano la traspirazione e la dispersione di calore, porta le ciabatte per il dopo doccia, l’accappatoio, l’asciugamano per il viso e un’altra tovaglia più grande da stendere sugli attrezzi o panche. In questo modo eviti il contatto diretto con le superfici e ricorda anche calzini e scarpe di ricambio.

Mentre sei in palestra, invece, devi avere altre accortezze per allontanare il rischio di funghi. Non camminare a piedi nudi così non entri in contatto con i germi sugli attrezzi o tappeti. E poi, come anticipato, sistema sui sedili e sugli strumenti ginnici una asciugamano. Questa buona pratica elude l’insorgere di funghi da palestra.

Attenzione agli spogliatoi e a casa

Negli spogliatoi, durante la doccia, utilizza delle ciabatte in gomma e non toccare le pareti. Indossa un accappatoio pulito e assicurati di aver asciugato bene i piedi prima di indossare le calze. Il motivo lo puoi intuire: il caldo umido che si crea nelle scarpe è la situazione ideale per la moltiplicazione di germi. Per quanto riguarda gli indumenti sudati, mettili nello zaino in un sacchetto di plastica.

L’igiene personale in palestra continua anche a casa. Devi svuotare subito la borsa, lavando con un disinfettante i vestiti che hai usato per fare sport. La sacca? Mettila in lavatrice una volta al mese.

Perché è importante l’asciugamano in palestra?

L’asciugamano in palestra è fondamentale perché assorbe l’accumulo di sudore, aiuta a scongiurare sbalzi di temperatura e dolori articolari. Senza contare che, come ti ho già accennato, il telo diventa la barriera protettiva perfetta per evitare il contatto tra la cute e gli attrezzi, tra i principali canali di trasmissione di malattie della pelle.

Tra le cose da portare in palestra, oltre all’accappatoio, ti suggerisco almeno due asciugamani: una per il corpo e l’altra da adagiare sulle macchinari e tappetini. Quindi, presta attenzione. Quando stai per organizzare la borsa della palestra verifica che il telo ci sia e assicurati che sia pulito.

Malattie da piscina

L’igiene personale in piscina, non solo in palestra. Quando vai a nuotare le infezioni cutanee e intestinali minacciano costantemente la tua salute, bordi, bagnasciuga e spogliatoi sono la casa prediletta dei batteri da piscina. E quindi quali sono le patologie a cui rischi di andare incontro?

Igiene personale in piscina per evitare infezioni

Una delle più diffuse è la diarrea causata da acque infette. Acque che puoi aver ingoiato e in cui può proliferare l’Escherichia coli, e il Shigella. I sintomi più frequenti per riconoscere la dissenteria sono: nausea, vomito e mancanza di fame.

Tra le altre malattie che rischi di contrarre ci sono congiuntiviti e faringiti per la presenza di Adenovirus, virus responsabile di infezioni alle vie respiratorie. Ma non solo. I nuotatori possono sviluppare verruche e funghi ai piedi, mani e ginocchia. Sì, come in palestra, il piede d’atleta incombe.

Anche le micosi dell’unghia di piedi e mani possono attaccarti in qualsiasi momento. Soprattutto l’onicomicosi o Tinea unguium colpisce in particolar modo la lamina dell’alluce che diventa spessa.

C’è spazio anche per inside poco note come il granuloma che si manifesta sotto forma di arrossamento non doloroso, la follicolite da Pseudomonas, che fa la sua comparsa con pustole intorno ai follicoli peliferi e il mollusco contagioso che si rende visibile immediatamente.

Come? Con un piccolo nodulo arrossato. Inoltre, l’umidità e la pelle spugnosa possono favorire otiti. Queste sono causate dallo Staphilococcus Aureus e lo Pseudomonas Aeruginosa.

Come evitare infezioni e micosi in piscina

Queste sono le principali malattie trasmissibili in piscina che possono essere curate con dei farmici sotto l’attenta sorveglianza del medico. Tuttavia non aspettare l’insorgere del problema, fai prevenzione. Come ti devi comportare per non andare incontro a sgradevoli patologie quando decidi di andare a nuotare? Le precauzioni da osservare sono simili per l’igiene personale in palestra.

  • Evitare di disperdere feci in piscina.
  • Lavare correttamente le mani prima e dopo l’allenamento.
  • Quando si è fuori dall’acqua indossa delle ciabatte in gomma.
  • Asciuga bene il corpo dopo l’attività fisica, in particolare i piedi.
  • Usa i tappi per le orecchie, se non li hai asciugale bene quando risali ed elimina l’acqua.
  • Usa la cuffietta per i capelli.
  • Controlla che nell’acqua non ci siano materiali organici.
  • Fai la doccia prima e dopo essere entrato in piscina.
  • Indossa vestiti puliti dopo aver fatto esercizio.
  • Svuota subito il borsone della piscina quando arrivi a casa e metti a lavare gli indumenti.

Norme igieniche sportive

Ecco le più importanti norme igieniche sportive da seguire per l’igiene personale in palestra. Alcune le hai già trovate nei paragrafi precedenti, altre le conoscerai. Il mio obiettivo è quello di lasciarti un elenco veloce e pratico da consultare anche sul tuo smartphone prima di fare sport. In questo modo non trascuri l’igiene personale in palestra e metti sempre la salute al primo posto:

  • Scegli con cura l’abbigliamento per fare sport. Ma come vestirsi per andare in palestra? Prediligi indumenti di cotone, soprattutto se sudi molto. Non usare materiali sintetici, irritano la pelle.
  • Usa calzini di spugna nelle scarpe da ginnastica così faciliti la traspirazione e diminuisci la nascita di funghi da palestra.
  • I vestiti sudati vanno messi in un sacchetto di plastica e nel borsone, stesso discorso per le scarpe. A casa svuota lo zaino, lava tutto. La sacca igienizzala almeno una volta al mese.
  • Controlla che gli strumenti ginnici siano puliti, altrimenti disinfetta con uno spray apposito. Dovrebbe fornirtelo la stessa palestra.
  • Assicurati che la palestra abbia un buon impianto di areazione per il ricambio dell’aria. Con questa soluzione riduci le probabilità di prendere l’influenza ed elimini l’umidità dovuta al caldo.
  • Farsi la doccia dopo l’esercizio e diminuire le dosi di sapone se fai più allenamenti. Così non abbassi le difese delle caute, rendendola campo fertile per i funghi. In più, asciugati con cura nelle pieghe della pelle una volta finito.

Ultimo punto: allenarsi a piedi scalzi può essere deleterio. Il centro sportivo è un luogo affollato e pieno di germi che vivono su tappetini, macchinari e nell’acqua della piscina. Un’ulteriore consiglio: l’uso dell’asciugamano da palestra per coprire gli attrezzi. Grazie a questa attenzione non sfiori direttamente le superfici. Soprattutto in doccia usa delle pantofole di gomma.

Igiene personale in palestra: la tua esperienza

Queste sono le principali linee guida per l’igiene personale in palestra. Suggerimenti da rispettare prima, dopo, e mentre fai attività fisica. D’altro canto fare ginnastica deve essere un toccasana per la salute e non una fonte di preoccupazione, non trovi? Ora mi piacerebbe ascoltare la tua esperienza. Conosci altri consigli per l’igiene personale in palestra? Lascia pure il tuo contributo nei commenti.

Share

Marilena D'Ambro

Giornalista, blogger e web writer. Scrivo per diversi blog tra cui: SEOchef, IoViaggio, HostingVirtuale e LogicalDOC – Gestione documentale facile. Non inizio la mia giornata senza un buon caffè e una passeggiata immersa nella natura in compagnia del mare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares